Azienda

STORIA

Nel 1930, con una brillante idea imprenditoriale, Nazzareno Baioni fonda la ditta omonima, specializzata in costruzioni meccaniche per la produzione di macchine agricole e impianti per la lavorazione della terra.
Negli anni ’60 avviene il primo passaggio generazionale dell'azienda: la gestione della stessa passa infatti nelle mani dei figli di Nazzareno, Osvaldo, Ulderico e Alberto, e inizia la trasformazione dell'attività dell'azienda, con l'abbandono progressivo della produzione di macchinari agricoli per l'inizio della progettazione e produzione di macchine e impianti per la lavorazione degli inerti di cava e di miniera.
Negli anni ’70 la Baioni afferma il proprio marchio in Italia, si contano numerose installazioni specialmente nel meridione della penisola e inizia a esportare in tutto il mondo i suoi impianti di frantumazione, in particolar modo in Africa, in Asia e nei Paesi Arabi. La ditta consolida la sua posizione nei mercati grazie alla qualità dei prodotti forniti, all'efficienza dei servizi offerti e alla ricerca di nuove soluzioni tecniche.
La conoscenza degli aspetti più specifici del settore e la capacità di progettare secondo le esigenze della clientela hanno fatto della Baioni una realtà importante a livello nazionale e internazionale nel settore della frantumazione, selezione e lavaggio di materiali inerti.
Dagli anni '80 ad oggi continua il processo di crescita: nel 1984 l'azienda si espande costruendo un nuovo complesso industriale di 70.000 mq di cui 28.000 mq coperti con circa 200 addetti. La linea commerciale copre circa 50 paesi in tutto il mondo e i prodotti Baioni diventano sinonimo di affidabilità, qualità, robustezza e sicurezza. L'espansione della capacità produttiva dà l'opportunità di aumentare l'offerta per far fronte alle continue richieste dei clienti: i macchinari e gli impianti Baioni vengono impiegati per la produzione di aggregati di qualità dell'industria del domani – infrastrutture e opere civili quali strade, autostrade, porti, aeroporti, dighe – in Italia e all'estero.
Negli anni '90 la Baioni fa il suo ingresso nel settore dei separatori centrifughi con il lancio del decanter ad alto rendimento per la produzione dell'olio d'oliva, in seguito impiegato nei processi minerali, industriali e della depurazione civile. Iniziano gli investimenti nel settore del riciclaggio dei materiali da demolizione (C&D) attraverso la progettazione e costruzione di unità di frantumazione e vagliatura mobili, su ruote e su cingoli.
Dagli anni 2000 ad oggi la direzione dell'azienda è passata all'amministratore delegato Pietro Baioni che dà continuità al management familiare, giunto ormai alla terza generazione. La qualità dei prodotti e dei servizi offerti premia anche in tempi di crisi: investimenti decisivi con la nascita della Divisione Environment dedicata alla progettazione e realizzazione di impianti di trattamento delle acque di processo e fanghi da cava attraverso sedimentatori-chiarificatori di ultima generazione, sistemi di dosaggio polielettrolita e sistemi di disidratazione fanghi con centrifughe e filtropresse. A questi si uniscono anche le linee per la produzione delle sabbie, impianti di abbattimento polveri e impianti di trattamento dei rifiuti fanghi e terreni contaminati attraverso la tecnica del soil washing, inertizzazione e desorbimento termico.

   ULTIME NOVITA'   

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevi le nostre NEWSLETTER per essere sempre aggiornati su tutte le novità Baioni