AL VIA L'IMPIANTO DI INERTIZZAZIONE

Da oltre mezzo secolo l'azienda Baioni si occupa di progettazione e costruzione di macchinari e impianti per il settore delle cave, miniere, trattamento delle acque e fanghi. Negli ultimi anni, all'aprirsi di nuovi scenari operativi per la fornitura di tecnologie, prodotti, servizi e know-how nell’ambito del settore ambiente, al tema connesso del recupero e della riqualificazione delle aree dismesse e dei porti marittimi, la loro bonifica o dragaggio, attraverso la Division Environment, propone soluzione tecniche innovative attraverso le tecniche del soil washing, desorbimento tecnico e inertizzazione dei rifiuti solidi. Esperienza sul campo che l’ha condotta a confrontarsi sul territorio nazionale con le aziende leader di settore per progetti di bonifica dei terreni e suoli contaminati da idrocarburi e metalli pesanti e di stabilizzazione/solidificazione dei rifiuti pericolosi.

Accanto agli elevati costi delle operazioni tradizionali di bonifica (rimozione e conferimento in discarica) si sono spinte e sviluppate nuove tecniche di intervento alternative, oltretutto maggiormente economiche, quali ad esempio le tecniche di stabilizzazione/solidificazione (S/S). La tecnica di S/S è stata identificata dall’U.S. EPA (Environmental Protection Agency) come la migliore tecnologia disponibile per 57 tipologie di rifiuti.

Baioni è capace di fornire le nuove tecnologie utilizzabili tra le quali si annoverano appunto il soil washing, il desorbimento termico, l'inertizzazione curando in prima persona la progettazione, la lavorazione delle materie prime, la costruzione delle carpenterie, la sabbiatura, la verniciatura, la costruzione degli impianti elettrici, il montaggio e il collaudo finale.

LA TECNOLOGIA RELATIVA AL SOIL WASHING E ALLA STABILIZZAZIONE/SOLIDIFICAZIONE DEI RIFIUTI SOLIDI E' BEN COLLAUDATA ED ESISTONO VARI IMPIANTI REALIZZATI!

Sezioni di trattamento

  • Accumulo/stoccaggio del materiale da trattare (tramogge o vasche a seconda della consistenza del rifiuto).
  • Sistemi di pesatura e raccolta del materiale da trattare.
  • Sistema di trasporto del materiale al “reattore” di trattamento (nastri, coclee di estrazione, pompe volumetriche)
  • Eventuali stadi di affinamento del materiale (frantumazione, vagliatura, deferrizzazione, ecc.).
  • Reattore di stabilizzazione/solidificazione, normalmente un miscelatore che realizza il contatto tra materiale e reagenti chimici responsabili delle trasformazioni chimico-fisiche.
  • Sistema di dosaggio reagenti
  • Sistema di trasporto per lo scarico del materiale trattato (nastri, coclee di estrazione).
  • Stoccaggio e maturazione del materiale trattato.
  • Eventuale sezione di aspirazione e trattamento aeriformi.