AL SERVIZIO DEL MERCATO SVIZZERO

Un investimento che segna l’inizio di un’apertura di Baioni verso i mercati centro-europei, in particolare la Svizzera. È stato avviato nel maggio del 2018 un piccolo ma importante impianto di selezione inerti per via secca di materiale misto per un cliente svizzero, un general contractors noto nel paese e attivo da molti anni nell’industria delle costruzioni, del calcestruzzo, lavori di scavo e demolizioni. Ad oggi l’impianto Baioni è funzionante e operativo al 100%, è in grado di garantire una produzione di 80 t/h di materiale.
 Il progetto è nato agli inizi del 2018 quando il cliente cercava una soluzione per il trattamento di ghiaia e ballast ferroviario: lo scopo era quello di ridurre il materiale frazione 0-200mm di natura mista in alimentazione a una pezzatura 0-65mm per via secca affinché potesse esser in seguito convogliato a una sfangatrice a palette per il lavaggio finale.

Baioni ha proposto una soluzione impiegando una tramoggia in acciaio antiusura con griglia di selezione ribaltabile, da qui il materiale, tramite alimentatore a nastro ANT 80, passa a un gruppo di vagliatura fisso composto da un vaglio vibrante mod. W300 a due piani di selezione con reti in poliuretano da 100mm e 65mm e  nastri trasportatori semifissi. Il materiale +100mm prosegue su un frantoio già di proprietà del cliente e viene di nuovo riciclato sul vaglio a circuito chiuso, mentre il materiale 0-65mm viene convogliato su un nastro per poi procedere alla fase di lavaggio con la sfangatrice.

La soluzione progettata e poi collaudata da Baioni è sicuramente il modo più redditizio ed efficace di pre-ridurre il materiale per via secca prima della fase di lavaggio e sfangaggio dei fanghi.

L'impianto di vagliatura offre la capacità di selezionare il materiale in tre diverse frazioni +100mm, +65mm, 0-65mm pronte per essere lavate nella sfangatrice. Il vaglio W300 monta reti di selezione in poliuretano e il telaio di sostegno appoggia su gommini antivibranti ed è dotato di carter di protezione. Tutti i  nastri trasportatori mod. NT sono dotati di carter di protezione e funi di emergenza e sono tutti realizzati in acciaio zincato a caldo per proteggere dalla corrosione. La macchina è gestita completamente in automatico da software Plc realizzato internamente dagli ingegneri Baioni.